Simona 1.jpg
IMG-20201125-WA0024.jpg

bio

Simona Argentieri, performer, danz'autrice, insegnante di danza e Feldenkrais Practitioner, diplomata presso la Formazione Internazionale per Insegnanti del Metodo Feldenkrais® Palermo 1.
Si forma e lavora come danzatrice in Italia tra Roma e Palermo e all'estero nei centri internazionali Limón Dance School e Movement Research (New York), Institut del Teatre (Barcellona), Ménagerie de verre (Parigi), Dock11 (Berlino).
Nella sua formazione integra diverse discipline: danza contemporanea, Metodo Feldenkrais, teatro fisico, balletto, danze popolari del Sud Italia, flamenco, espressione vocale.
Tra i maestri che hanno influenzato maggiormente il suo percorso: Alan Danielson, Barbara Mahler, Michele Abbondanza, Antonella Bertoni, Enrique Vargas, Roberto Fratini Serafide, Giorgio Rossi, Cristiana Morganti, Kengy Takagi, Nina Dipla, Bill T.Jones and Arnie Zane Dance Company, Teri Weikel, Jimena Paz, Wayne Byars, Adi Salant.
La sua formazione si arricchisce dall’incontro con il teatro nel 2005 alla scuola Teatés, diretta dallo scrittore e regista Michele Perriera, in cui consegue il diploma di Attrice e dall'esperienza di formazione continua e lavoro l'anno successivo, alla scuola del Teatro Biondo stabile di Palermo.
Laureata in Lingue e Culture Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo, con una tesi sperimentale sul teatro di Jean Cocteau, ha in seguito conseguito a pieni voti e lode la Laurea Magistrale in Letterature Moderne, Comparate e Post Coloniali presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, con una tesi sul Corpo Performativo.
Responsabile “Area Danza” della Babel Crew, compagnia sostenuta dal MIBACT, con la quale condivide la gestione dello Spazio Franco ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo e l'organizzazione del Mercurio Festival, giunto alla sua terza edizione.

Tra le produzioni coreografiche in cui danza: “Millions of Souls”, “Un'Ora Tutta per Me”, “Urban Stories”. Tra le produzioni in cui lavora come attrice e danzatrice: “RuSud”, “U'Consolo”, “Volver”.
Ha lavorato inoltre come danzatrice e/o performer per: Daniel Ezralow, Gruppo Festinalente, Teatro De Los Sentidos, Anna Maria Maiolino, Cantieri Culturali Creativi, La Veronal, Arthemigra Satellite ICP Il corpo pensante, Sandra Zabeo, G.Perriera, Teatro delle Albe. 
Nel 2017 ha curato la Direzione artistica di Segni, Festival della danza d'autore in Sicilia. 

Dal 2017 è formatrice di danza e movimento scenico nel progetto AMUNl, laboratorio permanente multidisciplinare per la formazione ai mestieri artistici e tecnici dello spettacolo dal vivo ideato da Babel e finalizzato alla costituzione di una Compagnia MultiEtnica MultiCulturale e Multidisciplinare, composta da ragazzi e ragazze richiedenti asilo, rifugiati, migranti economici e italiani di seconda generazione

Tra le fondatrici del gruppo di danza etno-contemporanea Tràdere nel 2019, danza nelle produzioni "E' una femmina" e "Mo-ve-re".

Tiene regolarmente workshop e laboratori in tutta Italia.